Stampa

Presentazione

L’Armadio del povero è oggi un prezioso servizio di accoglienza “non giudicante” per tutti coloro che hanno bisogno di indumenti ma anche di ascolto e di un po’ di calore umano rivolto a tutti i bisognosi della città ed oltre.

E’ sorto nel 1968 nel ricordo di Padre Lino. Sul suo esempio cerca di continuare una tradizione di condivisione e di carità negli stessi luoghi in cui il frate dei Poveri visse e svolse il suo intenso e profetico apostolato.

Durante i primi tempi si assistevano solo i parrocchiani. In seguito, date le numerose richieste determinate dalla tradizione di solidarietà della SS. Annunziata, l’assistenza si è allargata a macchia d’olio e si è estesa a tutta la città, ai paesi vicini ed ai viandanti che giungono ora da tutto il mondo.
Oggi si vestono anche su incarico della Caritas ragazzi, neonati, disoccupati, vaganti senza fissa dimora, famiglie bisognose, tossicodipendenti, anziani soli ed isolati, ex prostitute, ammalati ricoverati all’ospedale, famiglie di immigrati, nomadi ecc…

Il lavoro svolto dai volontari è di risposta al bisogno di indumenti, scarpe e biancheria ma soprattutto di ascolto e di orientamento. Il dialogo che si sviluppa con i nuovi poveri permette ai volontari di cogliere in tempo reale i nuovi bisogni emergenti. Accostiamo persone che vanno accolte, ascoltate ed accettate per quello che sono non vogliono pietà ma un incontro ed un momento di condivisione.

I nostri sono i bilanci della Provvidenza e per questo sempre adeguati alle necessità.

Questa struttura di servizio, sostenuta dalla beneficenza di tutta la città e da un volontariato assiduo e costante, riesce quasi sempre a soddisfare tutte le richieste di chi ha bisogno.

Il servizio è svolto da n. 5 volontari con una Formazione permanente e globale. Una Psicopedagogista volontaria provvede alla formazione umana e sociale mentre la preghiera e la meditazione della Parola di DIO sostiene questo agire.
Padre Andrea Nico Grossi, superiore del Convento è in presa diretta con questo servizio che sostiene con attenzione, fiducia e con un continuo rapporto di condivisione: un rapporto che anima i volontari e dà forza alla loro attività.

Padre Lino ci richiama ad un MODELLO di essenzialità, chiarezza, umiltà e coraggio.

Tutte caratteristiche indispensabili ad un volontariato libero, gratuito e profetico.
Una città che ha le sue radici innestaste nella solidarietà e nella condivisione, è una città con un grande futuro ed i fermenti di bene e di Speranza possono diventare stimolanti e contagiosi.

Tipologia degli assistiti:

  • Famiglie numerose con bimbi piccoli
  • Famiglie mono genitoriali
  • Donne in attesa di nuove vite
  • Uomini senza lavoro o senza fissa dimora

Media settimanale di frequenza: 

  • Donne e bambini n. 100
  • Uomini n. 40

Il servizio si svolge con questi principi:

  • Accoglienza e relazioni interpersonali
  • CARITA’ come condivisione
  • Regole intese come un mezzo e non un fine
  • Centralità della persona umana
  • Come dare sempre una Speranza
  • Testimonianza: più testimoni che maestri

Siamo in rete con Caritas – Emporio – Parrocchie – Assistenti Sociali  dei vari distretti - Forum Solidarietà. In sostanza facciamo squadra per trasmettere la cultura del dono e l’armonia delle differenze.


Benefattori: Gruppo amiche della Sig.ra Miria Rolli – Assistenza Pubblica – Vari cittadini solidali e la Casa della Giovane con il suo volontariato.

Сачак (Ламперия) http://www.emsien3.com/sachak от ЕМСИЕН-3
Дюшеме http://www.emsien3.com/дюшеме от EMSIEN-3